X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

arch.atlas

Fondazione Architettura Alto Adige

Hofer (da 1845)

Architettura degli interni

Turismo & gastronomia

Anno di costruzione

Realizzazione 2015

Zona

Bolzano-Laives

BOLZANO

Tipologia

Ristrutturazione

CasaClima Standard - nessuna indicazione

Architetto/Partner

Studio noa* - network of architecture

Arch. RUNGGER LUKAS

Il possessore Hannes Dollinger ha vissuto e lavorato per anni a Vienna e si è innamorato della tradizione del ‘Wiener Kaffeehaus’. Luoghi intimi per un soggiorno piacevole dove ci si ritrova per ore e ore per leggere il giornale, bersi il caffè e mangiarsi un dolce mentre sentire le novità della città ... L’accoglienza inizia già dalla soglia della porta; la parte del ingresso è formato da mobili da salotto trovati al sottotetto della pasticceria stessa che danno l’impressione da soggiorno e invita la gente a sedersi per un caffè. La facciata vetrata può essere totalmente aperta e questo ‘soggiorno’ diventa parte della strada e della città. Lo scopo del concetto era di aprire il negozio verso la strada, da fuori ci si può guardare al interno e vedere addirittura il pannello illuminato in fondo dello spazio che mostra il forno al inizio del 1900. La tradizione è onnipresente per l’interno della pasticceria – diversi accessori del passato apparano in situazioni varie. Uno scaffale che cresce come una scultura su i muri e anche il soffitto forma un elemento centrale e sembra un attrazione per se. Sotto questo si trova il banco pulito e semplice che presenta tutti i dolci. Nella parte dietro della pasticceria si trova un'altra area da tavoli che si ispira particolarmente alla tradizione del ‘Wiener Kaffeehaus’. I muri e il solaio sono tappatati con un tappetto che crea un atmosfera accogliente e un’acustica sotto voce. Dei lampadine flessibili appendono dal soffitto e possono essere riorganizzate quando i tavoli sono spostati. L’intero concetto prova a portare le storie del passato in un dintorno contemporaneo e a creare uno spazio accogliente in mezzo la città.

più progetti
www.teamblau.com