X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

arch.atlas

Fondazione Architettura Alto Adige

Dantercepies

Infrastrutture

Anno di costruzione

Realizzazione 2013

Zona

Val Gardena

SELVA

Tipologia

Ristrutturazione

CasaClima Standard - nessuna indicazione

Privato

Committente Dantercepies Seilbahnen

Architetto/Partner

Studio Perathoner Architects

Arch. PERATHONER RUDOLF


Collaboratori:

Arch. Kostner Armin
Geom. Philip Demetz
Arch. Lengfeld Andreas

Nel 2009 è stato affidato allo studio di architettura Perathoner Architects l'incarico per l'elaborazione del progetto per il nuovo impianto di risalita Dantercepies a Selva di Val Gardena. La storia della linea “Dantercepies” al Passo Gardena risale ai primi anni del 1900. La prima linea funiviaria verso il Passo è stata costruita dagli austriaci (con la manovalanza dei prigionieri russi) durante la Grande Guerra. Attualmente la cabinovia collega la Val Gardena con la Val Badia ed è un elemento essenziale del famoso comprensorio sciistico "Sella Ronda". Il obiettivo primario della progettazione della stazione a valle e a monte, nonché della stazione intermedia che si è resa necessaria durante la fase di costruzione dopo uno smottamento, era un’integrazione di minimo impatto visivo nel paesaggio naturale circostante, senza però tralasciare le esigenze tecniche dell’impianto a fune. Alle stazioni è stata apportata un’impronta architettonica contemporanea, incentrata su curve morbide e volumi creati con cementi di provenienza locale e ampie vetrate che permettono un costante dialogo con l’esterno. Anche i colori scelti permettono agli edifici di fondersi con le pareti montuose circostanti, non andando a contaminare la bellezza del paesaggio. La stazione a valle comprende due strutture amorfe con tetti curvi ed inclinati, mentre la staziona a monte è composta da un tetto in acciaio curvo con ampie vetrate costruita in modo da mascherare il più possibile l’insostituibile trasmettitore RAI. La morfologia del terreno e l’uso di materiali attinenti al territorio sono stati gli elementi che hanno maggiormente caratterizzato la progettazione.

più progetti
www.teamblau.com