X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

arch.atlas

Fondazione Architettura Alto Adige

Ampliamento in legno di un piccolo attico nelle Dolomiti

Edilizia abitativa

Architettura degli interni

Anno di costruzione

Realizzazione 2016

Zona

Val Isarco

BRESSANONE

Tipologia

Ristrutturazione

CasaClima Standard - nessuna indicazione

Architetto/Partner

Studio Philipp Kammerer Architekt

Arch. KAMMERER PHILIPP

Incaricato di progettare ampliamento e ristrutturazione di un piccolo appartamento situato all’ultimo piano di un edificio residenziale a Bressanone, in Trentino Alto Adige, l’architetto Philipp Kammerer ha realizzato un intervento flessibile in legno che riflette il desiderio di privacy e introspezione senza rinunciare alla luce naturale proveniente da un piccolo patio interno a cielo aperto. Tipico del clima mediterraneo, il patio è stato riproposto dall’architetto altoatesino in clima alpino, accanto al più tradizionale ambiente caldo in legno. Distribuito su due piani con una superficie complessiva di 90 mq, l’attico accoglie cucina e zona giorno al piano superiore, mentre la zona notte è dislocata al piano inferiore. La nuova espansione (18 mq) consiste in una struttura aggiuntiva precostruita in legno che si inserisce senza soluzione di continuità accanto alla zona giorno dell’appartamento. La struttura esistente è stata infatti mantenuta il più possibile; solo una porzione del tetto è stata demolita e ricostruita per lasciare spazio al nuovo volume in legno massiccio strutturale di abete (spessore 8 cm), scavato in corrispondenza del patio che guarda il cielo. Progettato per assolvere diverse funzioni a seconda delle esigenze (camera degli ospiti, studio o ufficio), il nuovo ampliamento si presenta come un corpo introverso leggermente sporgente rispetto all’unità residenziale per poter ricavare un ingresso indipendente a tale spazio. L’intervento è infatti percepibile più dall’interno che dall’esterno, dal momento che i progettisti hanno optato per una soluzione che ovviasse il problema dell’alta densità abitativa del complesso residenziale e offrisse contemporaneamente il massimo livello di privacy possibile.Il patio, circondato da vetrate trasparenti, rappresenta il punto di contatto tra il soggiorno e la nuova stanza, mentre un filtro scorrevole in legno segna l’eventuale separazione. Fulcro del progetto, il patio, ampio 4 mq, funge infatti da elemento organizzativo della spazialità interna e illumina l’ambiente di luce naturale. È possibile accedere al piccolo patio attraverso una porta in legno di larice che rompe la continuità del box vetrato e crea un gioco materico lungo la parete di separazione tra nuovo ed esistente.Un arredo su misura integrato a parete rende lo spazio completamente attrezzato con armadi, guardaroba e mensole a vista, mentre un mobile a scaffali avvolge la scala e sostituisce la necessaria presenza di un parapetto. Pareti e soffitti sono lasciati a vista senza nessun rivestimento e mostrano quindi la tessitura del legno massiccio di abete.

Premiazioni: Big See Interior Award 2018

più progetti
www.teamblau.com