X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

arch.atlas

Fondazione Architettura Alto Adige

Vivaio Mahlknecht

Edilizia abitativa

Industria, commercio

Agricoltura

Anno di costruzione

Realizzazione 2004

Zona

Val Pusteria

BRUNICO

Tipologia

Ristrutturazione

CasaClima Standard - nessuna indicazione

Privato

Committente Gärtnerei Mahlknecht

Architetto/Partner

Studio archilab

 Hannes Ladstätter

 Stefan Taschler


Collaboratori:

Michael Obermair

Pubblicazioni

Südtiroler Architekturführer 2013

Ampliamento del vivaio Mahlknecht Il progetto nasce dalla necessità di migliorare la gestione del vivaio Mahlknecht tramite un intervento di ristrutturazione ed ampliamento della struttura esistente. Al piano terra esistente sono stati aggiunti un piano primo, adibito ad appartamenti per i dipendenti, ed un piano attico, sfruttato come esposizione per allestimenti e piante da terrazzo. Il nodo centrale del progetto, che consisteva nell´ integrazione armoniosa del nuovo e dell´ esistente in un unico organismo, è stato risolto attraverso l´inserimento di una sorta di schermo informativo “low tech”. II fronte stradale infatti, rivolto a nord e praticamente privo di finestre, è stato dotato di una controfacciata, organizzata sull'alternanza di moduli aperti e moduli chiusi tramite lamelle orizzontali in legno, che assumono, in base alla loro posizione, funzione di schermatura (piano superiore) o di supporto (piano terra) lungo cui le piante abbiano la possibilità di arrampicarsi rendendo "viva" la facciata. Di riscontro invece, la facciata sud rivolta verso i campi, è stata dotata di grandi aperture vetrate alle quali è anteposta una struttura in legno che funge da balcone e da schermatura solare. La massima essenzialità e pulizia, sia nelle linee che nella scelta e nell'utilizzo dei materiali, hanno costituito le linee guida per l'intero progetto; anche la semplice scala esterna, posta lungo il lato sudovest dell'edificio, entra a far parte del gioco visivo e compositivo generale della facciata, contrapponendo all'orizzontalità del motivo a lamelle, sottili tiranti metallici a tutta altezza, che fungono da sostegni per i gradini in legno. II risultato è una costruzione aerea ed estremamente leggera, che di notte, grazie all'effetto della controfacciata sapientemente illuminata dall'interno, assume un aspetto quasi evanescente.

più progetti
www.teamblau.com