X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

arch.atlas

Fondazione Architettura Alto Adige

Monumento alla Vittoria

Progettazione di esterni

Edifici speciali

Edifici storici

Anno di costruzione

Realizzazione 1928

Zona

Bolzano-Laives

BOLZANO

Tipologia

Nuova costruzione

Tutelato

CasaClima Standard - nessuna indicazione

Pubblico

Committente Faschistisches Institut für Sozialfürsorge

Architetto/Partner

Arch. Marcello Piacentini

Pubblicazioni

Südtiroler Architekturführer 1993
Progetto inserito dalla Fondazione Architettura Alto Adige

Al posto del monumento per i Kaiserjäger appena cominciato, la sorgere un monumento a Cesare Battisti e ai caduti della prima guerra mondiale. L'idea era di Mussolini, l'esecuzione fu finanziata mediante contributi volontari da tutta Italia. Piacentini invece, ispirandosi ad archi di trionfo, concepì un monumento alla Vittoria con cripta secondo le regole classiche di proporzione, ma con significative correzioni ottiche: le colonne, ad esempio, riproducevano la forma del fascio, mentre l'architrave era spostata dietro il filo della colonna. Il monumento era previsto sollevato su uno zoccolo di alcuni metri per essere visibile da ogni punto della città. Completamente abuso del linguaggio architettonico del suo tempo, e si divenne apologia di un fascismo voglioso di conquista, ispirato la tradizione marziale dell'impero romano.

più progetti
www.teamblau.com