X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

arch.atlas

Fondazione Architettura Alto Adige

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E SCUOLA PROFESSIONALE PER L' ARTIGIANATO ARTISTICO RAETIA - ORTISEI

Educazione

Anno di costruzione

Realizzazione 2008

Zona

Val Gardena

ORTISEI

Tipologia

Nuova costruzione

Standard CasaClima B

Pubblico

Committente Provincia Autonoma di Bolzano

Architetto/Partner

 Carlo Azzolini

 Klaus Kompatscher

Il progetto realizzato è il frutto del concorso di progettazione bandito nel 1988 dalla Provincia di Bolzano, dove le tre scuole interessate erano previste in due lotti divisi su via Rezia e su via Cademia nel comune di Ortisei. In seguito a difficoltà di esproprio si è passati all’idea di realizzare le tre Scuole superiori nel lotto già di proprietà pubblica di via Rezia, dove sorgeva il vecchio edificio del Liceo Artistico. In un primo tempo (1996/1999) viene realizzato l’ Istituto d’arte; in un secondo tempo (2006/2008) vengono costruiti l’Istituto tecnico commerciale e la Scuola professionale per l’artigianato artistico. Data la ridotta dimensione dell’area, la grande palestra prevista, insieme all’aula magna e all’autorimessa per 40 posti, vengono ricavate sottoterra, mentre la biblioteca, i servizi e le scale di accesso sono pensate per essere utizzate da entrambe le scuole previste dal secondo lotto. I nuovi edifici del secondo lotto, l’ Istituto tecnico commerciale e la Scuola professionale per l’artigianato artistico, si adattano alla configurazione morfologica del terreno, realizzando una piazza esterna su due livelli, a raccordo con l’Istituto d’arte e le strade a nord e sud. Anche gli edifici prendono la piega del lotto realizzando così un movimento che viene utilizzato per gli ingressi e i servizi. Verso la scuola media esistente, la costruzione utilizza una sezione ribassata, per non danneggiare la visuale degli edifici di abitazione confinanti e il soleggiamento della scuola stessa. Vengono contemporaneamente sistemate la scala provvisoria di sicurezza realizzata nel 1999 e la strada pedonale di accesso alla media, di difficile percorribilità durante la stagione invernale. Per contenere la grandezza dell’intervento e la notevole densità edilizia, l’edificio è stato concepito in volumi tagliati orizzontalmente, riprendendo un tema caratteristico dell’edilizia contadina sudtirolese, con una parte superiore aggettante rivestita in listelli di larice (con ampie finestrature in corrispondenza delle aule, e uno zoccolo a terra ricoperto di lastre in cemento grigio (con serramenti dello stesso colore). All’interno i corridoi si aprono su uno spazio centrale che divide visivamente le due scuole, e le pareti isolate con le porte in betulla riprendono la forma spezzata della configurazione esterna dell’edificio. Le due piazze sono pavimentate con cubetti di porfido, e sono raccordate da fasce nello stesso materiale. La prestazione ha compreso anche la direzione lavori del progetto degli arredi, comprensivi delle attrezzature e dei rivestimenti della palestra e dell’Aula magna, come tutte le aule didattiche e i laboratori specializzati fotografia, informatica, falegnameria, chimica, intaglio, modelli, disegno.

più progetti
www.teamblau.com